Cresce il lavoro nel settore delle energie rinnovabili

26 05 2014

green jobs

 

 

 

Com’era prevedibile, stanno crescendo nel mondo i posti di lavoro nel settore delle fonti rinnovabili, anche se al momento questa tendenza non riguarda l’Italia. L’Agenzia internazionale per le Energie Rinnovabili (Irena), infatti, ha evidenziato che nel 2013 ben 6 milioni e mezzo di persone – addirittura 800 mila in più rispetto all’anno precedente – sono state impiegate in quello che è un comparto in rapida crescita e una sorta di nuova frontiera imprenditoriale. Peraltro, secondo le stime degli esperti, il numero degli occupati è destinato a crescere ulteriormente.

Molte delle nuove assunzioni sono avvenute in Cina, ormai il mercato leader a livello planetario con i suoi 2,6 milioni di addetti e l’aumento esponenziale nel consumo di fonti rinnovabili (basti pensare che in due anni gli impianti solari installati in Cina sono aumentati del 500%). Alle spalle della Cina ci sono Brasile (900 mila addetti) e Stati Uniti (625 mila addetti), che sono ancora nettamente davanti a Paesi emergenti come l’India (391 mila) o il sorprendente Bangladesh (114 mila addetti soprattutto nell’ambito dell’energia solare, che soddisfa il fabbisogno di elettricità di quasi tre milioni di abitazioni), mentre in Europa sono Germania (371 mila) e Spagna (116 mila) a farla da padrona. Il dominio delle imprese d’Oriente si è fatto sentire nella filiera industriale del fotovoltaico del Vecchio Continente, ma nei profili emergenti – ad esempio, l’eolico marino – l’Europa conserva il primato.  Nel dettaglio, va evidenziato che la maggior parte dei posti di lavoro riguarda il fotovoltaico con 2 milioni e 300 mila occupati. Segue il settore dei biocarburanti liquidi con 1 milione e 400 mila occupati, quindi l’eolico (834 mila), le biomasse (782 mila) e il solare termico (500 mila), in coda geotermico, biogas e solare termodinamico.

Purtroppo, nello studio di Irena non compare l’Italia. L’ultimo dato utile per farsi un’idea dello stato dell’arte è quello del 2012, che dava 190 mila occupati nel settore. Ma, visti i dati positivi nel resto del mondo, c’è da augurarsi che questo trend si ripercuota fino a qui.

fonte: cliclavoro.gov.it

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: