Brevetti, dal Mise 40 milioni per la tutela della proprietà industriale

10 08 2011

Qualificare la produzione industriale italiana, rafforzandone la capacità innovativa e la competitività sul mercato nazionale e internazionale. E’ con questa precisa finalità che il ministero dello Sviluppo economico ha varato due strumenti di agevolazioni per facilitare le imprese che intendono tutelare i propri prodotti utilizzando brevetti, disegni e modelli industriali.
Queste, nello specifico, le due iniziative, che dispongono di un finanziamento complessivo di 40 milioni di euro:

  • Erogazione di premi a favore di imprese per aumentare il numero dei depositi nazionali ed internazionali di brevetti e disegni. L’entità dei premi varia da 1000 a 1.500 euro per ciascun deposito nazionale. Per quanto riguarda l’estero, può arrivare fino a 6.000 euro in relazione al numero e ai Paesi in cui si deposita la richiesta di estensione del proprio titolo di proprietà industriale (particolari bonus sono previsti per determinati Paesi: Stati Uniti d’America e Cina per il design; Cina, India, USA, Brasile e Russia per i brevetti).
  • Erogazione di agevolazioni per portare sul mercato prodotti nuovi basati su brevetti e design. In questo caso, il contributo erogato copre l’80% delle spese ammissibili fino a un tetto massimo di 70.000 euro per i brevetti e 80.000 euro per il design, in entrambi i casi subordinatamente alla realizzazione di un progetto che verrà valutato dagli enti attuatori.

Entrambe le misure saranno attuate dal Mise con il contributo tecnico di Invitalia e della Fondazione Valore Italia.

I finanziamenti, a fondo perduto, saranno erogati secondo la procedura a sportello fino ad esaurimento dei fondi. La previsione è di poter mettere a disposizione complessivamente più di 9.000 premi unitari per il deposito dei titoli di proprietà industriale da parte delle imprese, che potranno inoltre essere accompagnate nella realizzazione dei loro progetti di valorizzazione dei brevetti e dei modelli e disegni industriali. Le aziende beneficiarie saranno micro, piccole e medie imprese, anche di nuova costituzione, necessariamente operanti sul territorio nazionale.
“Con questi due nuovi strumenti – ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani – affianchiamo le imprese italiane nella tutela dei propri prodotti sui mercati nazionali e internazionali. Puntiamo dunque ad aumentare la competitività del made in Italy, facilitando la presenza delle nostre aziende su mercati diversificati ed emergenti, dove è fondamentale tutelare in modo adeguato la proprietà industriale. Si tratta di una misura che agevola la produzione e la messa in commercio di innovazione tecnologica e industriale, soprattutto da parte di tante pmi, che sono il vero cuore pulsante della nostra economia” ha concluso il ministro.

Fonte: Sistema Puglia

Annunci




Varati 4 Contratti di Programma, 47mln gli investimenti proposti dalle imprese

6 08 2011

La sforzo della Regione Puglia per favorire l’innovazione delle imprese continua con l’approvazione dei Contratti di Programma regionali. Sono quattro quelli varati dalla Giunta nelle ultime due sedute per un totale di investimenti di oltre 47,6milioni di euro (di cui 14,6milioni le risorse pubbliche) e 55 nuovi posti di lavoro.
Ne beneficeranno il Consorzio Shira di Bari con investimenti tutti nella stessa provincia, Mediatica Spa di Roma che realizza l’investimento nel Comune di Sannicola a Lecce, Merck Serono Spa con sede legale a Roma e sede dell’investimento nella zona industriale di Modugno e Birra Peroni Spa con sede legale sempre a Roma e investimento a Bari.

Fonte: Sistema Puglia





Azione ProvincEgiovani: Bari è terza!

4 08 2011

69 proposte presentate, 31 progetti finanziati, per un totale di 67 Province italiane coinvolte provenienti da 15 Regioni, con un sostanziale equilibrio geografico Nord, Centro, Sud e Isole.
Sono questi i dati del Bando 2011, che confermano ancora una volta il successo di Azione ProvincEgiovani, iniziativa nata dall’intesa tra il Dipartimento della Gioventù e l’Unione delle Province d’Italia (UPI) e giunta alla quarta edizione, finalizzata a promuovere interventi integrati in materia di politiche giovanili e valorizzare strategie e politiche coordinate a favore dei giovani, in grado di coinvolgere i diversi livelli istituzionali, l’associazionismo giovanile e tutti gli attori che a vario titolo si occupano di giovani.
continua a leggere





Accordo fra Cia e Inail: le aziende agricole viaggeranno con la PEC

3 08 2011

Promuovere l’adozione e l’uso della posta elettronica certificata (Pec) e agevolare le comunicazioni tra gli enti e le imprese: questo l’obiettivo dell’accordo fra l’Inail, la Cia-Confederazione italiana agricoltori e le principali organizzazioni di rappresentanza delle imprese. Il protocollo, che valorizza il rapporto di collaborazione tra l’Inail e le associazioni firmatarie, prevede: la realizzazione di un programma d’interventi per l’innovazione digitale che aiuti a diffondere l’utilizzo della Pec; la sensibilizzazione degli iscritti all’acquisizione e all’impiego della Pec per gli adempimenti previsti dall’attuale normativa; la predisposizione di un piano di attività di formazione e informazione, rivolto in particolare alle piccole e medie imprese, che illustri i benefici derivanti dall’uso della Pec e più in generale, dei processi di dematerializzazione e digitalizzazione dell’attività amministrativa.

continua a leggere





Delibera Cipe che destina alla Puglia 1,4miliardi del FAS

3 08 2011

È atteso per domani il varo della delibera CIPE che destina 1miliardo e 400milioni alla Puglia dopo la firma del Protocollo d’intesa istituzionale tra il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e il ministro per i Rapporti con le Regioni Raffaele Fitto avvenuta il 28 luglio.

A ricordarlo è la vicepresidente e Assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone che in una nota spiega: “La delibera CIPE che sarà varata domani, benché riguardi solo il 47,9% degli oltre 2miliardi 922 milioni destinati alla Puglia (tra Fas regionale – Fondo per le aree sottoutilizzate – e risorse statali), è comunque una boccata d’ossigeno per la nostra regione. È un atto importantissimo per la Puglia perché questa somma sarà destinata ad opere infrastrutturali come aeroporti, strade, ferrovie, nodi portuali, opere idriche e idrauliche, infrastrutture per l’ambiente e l’inclusione sociale.

Questa somma ci consentirà di superare un gap ingiusto ed insopportabile in un Paese unito. Per anni gli investimenti sono andati al Nord, mentre il Mezzogiorno consumava in sfoghi verbali le sue rivendicazioni. Per anni questo Paese non è riuscito a tradurre in concreti investimenti l’enorme mole di risorse europee assegnate allo Stato perché fossero destinate alle aree in ritardo di sviluppo.

Fonte: Sistema Puglia





NASCE YOURURAL NET, UN SOCIAL NETWORK PER GLI AGRICOLTORI

2 08 2011

E’ on line YouRural Net (www.youruralnet.it), una web community promossa Gruppo di Lavoro Giovani della Rete Rurale Nazionale. Offre strumenti per la condivisione di conoscenza, esperienze e buone pratiche. Basata sul concetto di “intelligenza collettiva” e per molti aspetti simile ad un social network come quelli oggi più in voga (facebook, twitter, quora, ecc.), è uno di quegli strumenti che, affermatosi dapprima in ambito aziendale, viene oggi utilizzato come strumento di partecipazione dei cittadini alle politiche pubbliche.

Continua a leggere





EURES – una possibile risorsa per le PMI

1 08 2011

I 23 milioni di piccole e medie imprese (PMI) dell’Unione europea rappresentano il 99 % delle aziende attive all’interno dell’UE. Gli imprenditori che desiderano assumere nuovo personale, spostarsi o estendere le proprie attività in altri paesi europei possono trarre vantaggio dai servizi offerti da EURES.

“Gli imprenditori possono utilizzare la rete EURES sia per cercare personale qualificato di altre nazionalità, sia per ricevere informazioni sulle procedure e i requisiti di assunzione di dipendenti provenienti da altri paesi europei” afferma Henk Smolders, consulente EURES attivo nei Paesi Bassi e specializzato nella consulenza a favore delle PMI.